Un dipinto di Claudio Sacchi per l’800 anniversario dell’incontro tra San Francesco e il Sultano

Francesco d’Assisi voleva andare a tutti i costi tra i musulmani, tanto che per tre volte fece i suoi tentativi, senza scoraggiarsi dei fallimenti. Il terzo tentativo fu quello buono per l’incontro con Malek al- Kamel. Il sultano trova gran piacere ad ascoltare Francesco, quello strano monaco venuto dall’Italia. Siamo nel settembre del 1219. Cortesia, rispetto e dialogo, caratterizzano la conversazione tra il sultano Malek al-Kamel e Francesco d’Assisi. 

Nel dipinto del M° Sacchi è raffigurato un San Francesco adulto e pensieroso. In lontananza si intravede la città di Damietta (dove avvenne l'incontro) a pochi chilometri dal Cairo. Dopo tre tentativi falliti non si sapeva come sarebbe stato accolto. Di qui il volto pensieroso.

Cripta: il sole sul volto del Cristo

Chi avrebbe mai immaginato che ai primi di gennaio, il sole brillasse sul volto del Cristo all’interno della nostra cripta, posta sotto l’altare della chiesa? Come ognuno può immaginare non c’è stato alcun progetto che prevedesse questo. Ma la natura, sa fare i suoi scherzi e ci meraviglia, sempre.. Anche nel luogo più “nascosto”, la “luce veniva nel mondo!”.